Dichiarazione di Copyright © Tutto il materiale contenuto nel presente sito appartiene ai rispettivi proprietari, secondo le norme sul diritto d'autore. Non è possibile usare il contenuto di questo sito per uso personale e/o commerciale. E' ammesso l'uso solo per motivi privati ed è gradita la citazione della fonte.

Classifica delle 10 cartoline più viste del mese

sabato 2 settembre 2017

Cartoline dei bagni scoglio della Regina a Livorno

L’elegante stabilimento balneare “Scoglio della Regina” 
fu costruito nel 1846 dal dott. Squarci 
per concessione governativa del granduca Leopoldo II.
Da qui il loro primo nome bagni Squarci.

Stessa panoramica della precedente ma con il moletto Nazario Sauro
Sorto all'inizio della passeggiata a ridosso della porta a mare
lo scoglio della Regina è uno dei primi veri e propri stabilimenti balneari
dopo i bagni Palmieri (oggi Acquaviva) nel 1845

Nella cartolina possiamo osservare da sinistra
i Bagni Spadoni, Scoglio della Regina nel mezzo e Sgarallino dietro.

Panoramica dei 
 Bagni Garbini a sinistra, Spadoni al centro e Scoglio della Regina a destra.

 Lo scoglio della Regina 1908 quando ancora non c'era il moletto




lo stabilimento nei primi del 900 

Ingresso allo stabilimento che si trovava lungo la passeggiata a mare
 1846


 Il ponticello che conduce all'interno dello stabilimento, dietro
 si possono osservare le cabine dei bagni Sgarallino


Due nobili signore che sfoggiano il loro vestito dell'epoca
sul ponticello


L'interno dello stabilimento
durante la stagione invernale e estiva del 1906



Personalità molto importanti frequentaro lo stabilimento
da Maria Luisa arciduchessa d'Austria a Ferdinando III di Lorena,
illustri letterati come Alessandro Manzoni, Aldo Palazzeschi e Sabatino Lopez.
In molti venivano nei mesi invernali proprio per curarsi dall'asma
grazie all'aria salsoiodica del mare della città.


Le cabine su palafitte e l'appositi tendoni 
come su tutti i bagni dell'epoca
per quelle persone piu riservate che volevano fare il bagno in initimità.




Nei dintorni vedi anche:
 

terrazza mascagni






giovedì 17 agosto 2017

Cartolina del palazzo Saccardi a Livorno

Palazzo Saccardi si trova in piazza San Jacopo in Acquaviva a Livorno.

 Cartolina del 1900 del palazzo Saccardi.



   Nei dintorni vedi anche:










Voci Correlate:





lunedì 14 agosto 2017

Cartoline d'epoca dei bagni Onde del Tirreno a livorno

I Bagni Pejani oggi chiamati come prima Onde del Tirreno 
si trovano ad Ardenza Mare di fronte ai Casini.

 Nel 1840 la Società dei Casini inizio a costruire l'edificio 
che architettonicamente si rifaceva al celebre ''Crescent'' 
della località balneare inglese di Bath.
 Dai casini attraversando via del Littorale (oggi viale Italia)
si percorreva il ponticello in foto e si entrava all'interno dei Bagni Pejani.



 Furono cosi realizzati i primi bagni d'Ardenza su palafitte gia attive dal 1844.



Nel 1897 dopo essersi chiamati Onde del Tirreno assunsero 
il nome di Bagni Pejani come i nuovi proprietari.



 Negli anni 20 del 900 divennero i bagni piu aristocratici della città di Livorno.

 Nei dintorni vedi anche:
 





domenica 13 agosto 2017

Cartoline d' epoca dei Bagni Roma a Livorno

I Bagni Roma si trovano sul lungomare di Antignano a Livorno
   di fronte al Castello.


 Anche i Bagni Roma come il Castello furono di proprietà della famiglia Cremoni.
  
Cartolina del 1912 
viale Principe di Napoli ingresso dei Bagni Roma

Ingresso dei Bagni Roma (1927)

Bagnetti di Antignano (fine 800 primi del 900)

Bagni Roma anni 50

Bagni Roma anni 60




I primi bagni ad Antignano furono eretti nel 1847 si chiamavano Bagni Colombo
poi con il cambiare dei propretari cambiarono il rispettivo nome,
Consani, Trumpy e Bagni Roma nel 1919.
Dalla fine dell'800 con la realizzazione della congiunzione 
della passeggiata del lungomare fino la rotonda 
e successivamente della tranvia a cavalli e poi quella elettrificata 
i Bagni Roma ebbero un vero incremento di frequenze. 
Furono molto apprezzati per essere molto attrezzati 
avendo anche una sala da ballo e una pista di pattinaggio.




 Nei dintorni anche:





Cartoline del Castello Cremoni a Antignano Livorno

Il Castello Cremoni o Forte di Antignano si trova a Livorno
sul lungomare di Antignano.

 Era conosciuto anche come Castello San Cosimo in onore del granduca
 che lo fece erigere.

Il granduca Cosimo I de' Medici ordinò la costruzione di una fortezza 
nel piccolo villaggio di Antignano, i lavori furono avviati tra il 1560 ed il 1567. 
All'interno del castello si trovavano anche gli ambienti destinati alla guarnigione 
e ai lavoranti, nonché gli appartamenti per i granduchi. 
A servizio del forte fu innalzata anche una cappella, l'odierna chiesa Santa Lucia.



 Successivamente, come si puo vedere nella cartolina, sul fronte rivolto verso il mare fu aggiunto un rivellino di forma triangolare per ospitare l'artiglieria pesante.

  Divenuto proprietà della famiglia Cremoni nel 1878, ospitò un albergo, 
mentre il rivellino fu trasformato in una grande terrazza.

 Il Castello con la chiesa annessa (2017)


 Nei dintorni vedi anche:
 



I Video de La Vecchia Livorno su YouTube

Loading...